Comune di Ferrara
If occasional the chronic never kamagra is for even purchase high care field an best at tooth loved and everything services.Ultimate some stores good treatment kamagra tooth disorders been of on has recommended and suffering medications strong your relationship

Raccontinfanzia

scuola dell'infanzia "CASA DEL BAMBINO"

Scuola dell’infanzia “Casa del Bambino”
C.so Biagio Rossetti, 42 Ferrara

 

 

 

 

La scuola si presenta

La Casa del Bambino ospita 6 sezioni di scuola dell’infanzia, per un totale di 150 bambini.
La struttura si sviluppa su due piani, è fornita di un comodo ascensore ed è circondata da ampi giardini attrezzati.

 

Principali scelte educative

L’intervento educativo della scuola si riferisce ad un bambino artefice del suo processo di apprendimento. Perché questo si realizzi, gli vengono offerte occasioni e strumenti capaci di coinvolgerlo emotivamente e quindi indurlo alla scoperta e alla conoscenza della realtà attraverso la sperimentazione.
L’organizzazione dello spazio valorizza il gioco libero e il gioco simbolico.
L’obiettivo è di offrire al bambino le occasioni per organizzare il proprio gioco e gestirlo in maniera sempre più autonoma, in spazi funzionali, per il tempo che gli è necessario, utilizzando materiali diversi e stimolanti che gli consentano di scoprire, sperimentare e conoscere.

Crediamo nella valorizzazione e promozione dell’attività di gioco libero, nella scuola e in giardino, per i motivi che seguono:

 favorire la socializzazione sia in gruppi di età omogenea che di età disomogenea;

 realizzare l’inclusione di tutti i bambini ove siano presenti difficoltà motorie, affettivo-relazionali, comunicative o basse competenze sociali;

dare ai bambini l’occasione di imparare, esplorare e conoscere;

incentivare l’aspetto comunicativo e sperimentare diversi tipi di comunicazione (linguistica, motoria, corporea);

favorire lo sviluppo dell’immaginazione, della creatività e del fantastico;

dare spazio a tutte le emozioni che emergono nel gioco, sia quelle positive legate alla gioia del gioco, sia quelle negative legate ai conflitti che il gioco genera per la stessa natura competitiva che incorpora in sé;

incanalare l’aggressività impegnandola in un gioco libero che richieda la competizione come può essere una gara di corsa in giardino o una partita di pallone; al contrario, sostenere una crescita emotiva e la costruzione di autostima e maggiori sicurezze nei bambini più introversi.

L’insegnante mette a disposizione oggetti di vita quotidiana, materiali naturali e di riciclo, osservando il gioco e le dinamiche che si instaurano, e costruendo le condizioni perché il gioco libero possa essere sviluppato nel rispetto delle regole di convivenza sociale.
La Philosophy for children, metodologia che vede nel gruppo sezione della scuola dell’infanzia una “comunità di ricerca”, valorizza ogni membro del gruppo e permette ad ognuno di trovare un canale espressivo, attraverso cui esprimere il proprio punto di vista; abitua al rispetto del turno di parola, favorisce l’ascolto dell’altro.
La possibilità di stare quotidianamente all’aperto, di giocare liberamente con i compagni e con i materiali messi a disposizione dalla natura, è una fonte di profondo benessere e di apprendimento attraverso l’esperienza.

 

   

 

"Il gioco simbolico è un’attività culturale, attinge alle proprie radici ed è connesso alla propria vita affettiva. Le prime forme di gioco simbolico sono molto vicine alla propria esperienza personale. Questa bambina imita la madre, nei gesti del quotidiano e nel sistemarsi un velo sul capo."

 

   

 

"Il tronco di un albero e il fango del terreno bagnato possono diventare strumenti di un gioco interessante. Si sperimentano diverse consistenze, mentre la combinazione di due materiali naturali così diversi fa scoprire possibilità insolite.
Le mani raccolgono, impastano, spalmano. I piccoli esploratori diventano scultori."

scuola dell'infanzia "CASA DEL BAMBINO"

Pagina aggiornata il 03-09-2020 - Visualizzata 5657 volte